Rag. NISI Livio

  • Organo politico in carica: No
  • Data di ultima modifica: 06.10.20
NISI Livio
Tipo di organo: Amministratore cessato dalla carica
Gruppo politico: Candidato Sindaco non eletto
Durata dell'incarico o del mandato: 31.07.2017 fino a 22.09.2020

Cariche politiche e deleghe precedenti

- Mandato Amm.vo 2007 - 2012 (Cons. Com. Minoranza)

- Consigliere Provinciale Lecce 2009 - 2014, dirigente regionale del Popolo della Libertà, Presidente della Commissione politiche comunitarie in seno al Consiglio Provinciale di Lecce.

- Sindaco di Galatone 2012 - 2017

- Consigliere comunale dal 31/07/2017 al 22/09/2020 (dimissioni)

 


Contatti, orari di ricevimento e informazioni di interesse

  • Indirizzo: Via A. Costa, 58 - Galatone
  • Telefono: 335 7176344

Documenti e link

Curriculum Vitae:
Atto di proclamazione o di nomina:
Compensi connessi all'assunzione della carica:
Dati relativi ad assunzione di altre cariche: Consigliere Provinciale fino al 12.10.2014
File relativi ad assunzione di altre cariche:
Dati relativi a incarichi con oneri a carico della finanza pubblica: Riportati nel precedente Allegato A
File relativi ad incarichi con oneri a carico della finanza pubblica:
Dichiarazioni varie (L. 5/07/82 e succ.):

Informazioni personali

Dati anagrafici

Nato a GALATONE il 10/08/1955

 

 

Dati biografici

Livio Nisi, imprenditore, è nato il 10 agosto 1955 a Galatone, dove risiede; sposato, ha tre figli.
Orgoglioso delle proprie radici ne ha sempre coltivato affetti e legami, ponendo il Salento al centro dei suoi interessi.
Collaboratore ed agente di commercio prima, ha poi rilevato l’azienda presso la quale lavorava. Attualmente è alla guida di tre società all’avanguardia per qualità ed innovazione, ma ben radicate nel Salento: IPREC, ITO e SOFTEX. Circondato dalla stima dei suoi colleghi è stato eletto al vertice di Assoimprese Galatone Nardò.
Al suo essere concreto e operoso Livio NISI ha sempre unito una forte carica umana ed ideale: non abbandonare il territorio, investire ed offrire lavoro al Sud, affinché i suoi figli, come tutti gli altri giovani, non siano costretti ad emigrare e possano avere un futuro dignitoso e sereno qui nel nostro Salento.
 

X
Torna su